Libera concorrenza in libero mercato: strada, sicurezza, diritti

Libera concorrenza in libero mercato:

strada, sicurezza, diritti

Venerdì 11 maggio 2018 - Ore 14.30

Con:

 

  • Giuseppa Cassaniti Mastrojeni – Presidente  Associazione Nazionale Familiari Vittime della Strada
  • Giampaolo Bizzarri - Presidente CUPSIT
  • Settimio Catalisano - Vice Presidente Unarca
  • Luigi Gabriele  - Responsabile Affari Istituzionali Codici
  • Sonia Monteleone - Movimento Consumatori
  • Pietro di Tosto - Segretario Ordine Avvocati Roma
  • Mauro Mazzoni -  Consigliere Ordine Avvocati Roma, Presidente Accademia Forense
  • Angelo Massimo Perrini - Delegato Organismo Congressuale Forense
  • Laura Locatelli  -  Lega Consumatori
  • Andrea Colletti -  Deputato M5S
  • Silvia Fregolent - Deputato PD
  • Guido Guidesi – Deputato Lega Nord
  • Paolo Russo - Deputato FI
  • Modera: Tommaso Caravani - Giornalista

Leggi la scheda preparatoria

STRADA SICUREZZA E DIRITTI: LIBERA CONCORRENZA IN LIBERO MERCATO

 

134 miliardi di euro: a tanto è stata pari nel 2016 la raccolta complessiva dei premi delle imprese di assicurazione che operano in Italia, con un utile netto pari a 5,7 miliardi di euro (dati Ania). Il mercato assicurativo italiano prospera, tanto che nel 2012, in piena crisi finanziaria mondiale, il ROE toccò il record dell’11,5%, mentre nel resto d’Europa gli utili si attestano tra l’1 e il 2%.

Numeri che fanno sorgere dubbi sull’effettivo grado di concorrenzialità del settore, peraltro in un contesto di diffusa mancanza di trasparenza nei confronti degli assicurati, e che saranno al centro della tavola rotonda Libera concorrenza in libero mercato, venerdì 11 maggio a EXPO Consumatori 4.0. All’Auditorium Parco della Musica (Sala Ospiti) dalle 14.30 alle 16.30 per la prima volta si troverà a confronto sui temi della strada, della sicurezza e dei diritti una platea allargata di attori della filiera (artigiani, avvocati, patrocinatori, vittime della strada, periti, agenti), le associazioni dei consumatori e un rappresentante del consiglio dell’Autorità di Controllo.

Un altro degli aspetti oggetto della discussione sarà quello della direttiva 2016/97 sulla distribuzione assicurativa, che prevede che all’assicurato siano offerti prodotti assicurativi chiari, brevi e trasparenti e non clausole “occultate” tra condizioni generali che richiedono elevata preparazione assicurativa e finanziaria per essere comprese nella loro reale portata.

Anche in RC auto, dopo l’entrata in vigore del risarcimento diretto, le imprese assicurative immettono sul mercato prodotti con clausole limitative del diritto all’integrale risarcimento del danno. Il recente varo della legge sulla concorrenza, le ultime pronunce dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, la lettera al Mercato diffusa dall’IVASS non consentono di ignorare la sistematica diffusione di prodotti contenenti clausole nulle o vessatorie nel campo della RC Auto e dei CVT.

È necessario un cambiamento di passo che possa raccogliere, nella prossima legislatura, le reali esigenze di trasparenza dei consumatori e di un programma in cui l’assicurato possa sentirsi sovrano delle proprie scelte, nel momento in cui stipula una polizza, e abbia garanzie di vedersi riconosciuti i propri diritti.

I consumatori hanno già iniziato un loro percorso convocando, quali attori, le compagnie e le associazioni artigianali per avviare un tavolo che definisca, come previsto dalla legge sulla Concorrenza, le linee guida per la riparazione a regola d’arte.

Un elemento di ineludibile trasparenza sia per i consumatori che per le compagnie volto ad ottenere, dagli artigiani che vorranno aderire a tale percorso, una “cartella clinica delle riparazioni”.

Vi sono comunque altre iniziative nel settore della RC Auto da avviare per rafforzare un clima di fiducia in un settore, spesso di entrata nel mondo assicurativo, e che, al contrario, viene visto da assicurati, danneggiati e compagnie come un ambiente in cui si scontano reciproche diffidenze.

E’ di fondamentale importanza, oltre al tavolo sulle riparazioni a regola d’arte, previsto dalla legge, aprire altre sedi di confronto con tutti gli operatori del settore, per estrarre indicatori deontologici, procedurali e tecnici di utilità per identificare il miglior rapporto prezzo/qualità dei prodotti assicurativi, i migliori requisiti per la scelta di un professionista, dell’agente, del tecnico.

I consumatori, inoltre, desiderano proporre un tagliando alla norma sul risarcimento diretto, che, a oltre dieci anni dalla sua applicazione, ha accumulato criticità ineludibili, di cui la più rilevante è aver ipotizzato una riduzione dei prezzi correlandola ad una riduzione dei diritti.

Vi saranno quindi da analizzare, nella prossima legislatura, elementi pro-concorrenziali che rendano il consumatore-assicurato-danneggiato consapevole e libero di scegliere e quindi stimolare le compagnie ad innovare prodotti e processi

I consumatori promuovono quindi una riflessione tra gli stakeholder e le Autorità di settore al fine di tutelare i contraenti e i danneggiati con la promozione della massima trasparenza, qualità e informazione nel mercato assicurativo.



Leggi la scheda di resoconto del tavolo

Il convegno Libera Concorrenza e Libero Mercato è stata la prima importante occasione all’inizio della legislatura per avviare un confronto con tutti gli operatori del settore per completare una riforma seria della RC Auto.

Alla presenza del consigliere dell’IVASS Riccarco Cesari, di quattro parlamentari (On. Andrea Colletti, On. Silvia Fregolent, Sen. Sergio  Puglia, On. Paolo Russo), tre associazioni dei Consumatori (Asso Consum, Movimento Consumatori e Lega Consumatori, Federcarrozzieri, due organizzazioni di Periti (AICIS e SNAPIS), l’Associazione Familiari Vittime della Strada, il CUPSIT in rappresentanza dei patrocinatori e di autorevoli membri dell’avvocatura, è stato esposto il programma di Assoutenti nell’auspicio che possa avere massima condivisione e adozione.

I temi chiavi sono: l’immediata introduzione della portabilità delle polizze assicurative e una revisione del risarcimento diretto finalizzata ad incentivare la soluzione stragiudiziale delle controversie e alla lotta contro le frodi assicurative.

Si è posta inoltre particolare attenzione al potenziamento dell’ufficio reclami dell’Autorità di Vigilanza e al suo ruolo strategico per correggere cattive prassi sistematiche delle compagnie assicuratrici, nonché di rilevare e sanzionare l’adozione di clausole inconferenti con la RC Auto.

È stato accolto l’invito dell’Associazione Familiari Vittime della Strada a monitorare l’attuazione della norma sul risarcimento relativo alle lesioni gravi o gravissime che deve essere basato sulla Tabella del Tribunale di Milano.

Assoutenti ha inoltre manifestato la ferma volontà di continuare l’attività del tavolo sulle riparazioni a regola d’arte cercando di fornire ogni contributo utile per rendere massimamente inclusiva la discussione e l’elaborazione tecnica.

 

Condividi Expo Consumatori!